Guadagnare online

10 modi per fare soldi online

Con Internet è possibile fare soldi facilmente continuando a fare le cose on-line che si stanno già facendo.

Ecco alcune linee guida per iniziare:

1. Costruzione di un sito web

Con la costruzione di un sito web, si crea la propria identità nella rete. Puoi riempire questo contenitore virtuale con tutto quello che vuoi, ma devi promuoverlo attraverso i social media per avere successo. Per costruire un sito web, è necessario un host, un template (ad esempio prenderne uno da WordPress ), e fondamentale.
Le prime voci sono facili da reperire, il contenuto è più impegnativo sicuramente. È possibile allegare blog, articoli in vendita, immagini, video, o tutto quello che è di tuo interesse. Aprendo un proprio sito web si ha la possibilità di fare soldi con le opzioni che ti elencheremo.

2. B2B Marketing

Un modello di business online che amo è utilizzato da GetVoiP , un affiliato di marketing con sede a New York. GetVoiP agisce come un agente per i fornitori di comunicazione aziendale. Mantiene gli elenchi aggiornati dei fornitori di VoIP, tra cui giudizi, confronti, opinioni dei consumatori, e in modo approfondito la conoscenza delle tendenze del mercato e degli utenti finali, le opinioni degli esperti dei professionisti su una varietà di argomenti correlati ai consumatori. GetVoiP è in grado di generare traffico verso il proprio sito e aumentare il suo valore con le imprese.
Se sei famoso per essere ‘visitato’ online con alta frequenza, allora non avrai problemi a costruire il tuo brand online. Tenere sotto controllo i tuoi numeri (quante persone visualizzano il sito, cliccano su ogni annuncio, e fanno un acquisto da quel click) ti dà la possibilità d’ampliare questa parte della tua attività, che ti permetterà di continuare a costruire la tua ‘fama’ online.

3. Google Adsense

Se per te quello detto finora suona come una serie d’informazioni troppo tecniche, c’è un’opzione più pratica – la piattaforma pubblicitaria di Google che è semplice da usare come fare la propria firma. Consente alla pubblicità di girare automaticamente su Blogger o incollando un piccolo codice sul proprio sito web. Il problema con questo programma è che non si ottiene alcuna commissione – e non si ottiene per il controllo del contenuto degli annunci. Questo è utile per alcuni, ma per gli utenti grandi ci vorrà qualcosa di un po’ più consistente.

4. Amazon Associates

Amazon ha un programma ‘Associates’ per i proprietari di siti e blog. Offre uno strumento di ricerca per trovare i prodotti giusti e servizi sui loro siti e una varietà di stili di annunci da visualizzare sul tuo sito, comprese le immagini basate su testo e banner.
Ogni oggetto acquistato tramite il tuo link di Amazon ti darà una commissione. Non ci vuole un traffico ad alto volume per ottenere risultati. Ho cominciato a fare soldi con il programma quando ho avuto solo 1.000 visite al mese sul mio sito. Possono far confluire i tuoi guadagni sul tuo conto Amazon ed emettere un assegno o un deposito diretto sul tuo conto bancario. Se amate Amazon, vi innamorerete di programma dei loro ‘Associates’.

5. Rakuten Linkshare

Amazon e Google sono ben lungi dall’essere le uniche opzioni per la pubblicità online. Rakuten Linkshare è un luogo ideale per la ricerca di altri affiliati per i tuoi annunci. Attraverso il loro programma, è possibile ottenere gli annunci con i collegamenti personalizzati, link e-mail e banner per Starbucks, Walmart, iTunes, e una sfilza di altre marche popolari. Con questo programma, si possono anche trovare le piccole aziende, marchi regionali o specializzati, e altro ancora. Ho eseguito una combinazione di Google, Amazon, e programmi di Rakuten, e il mio reddito mensile proveniente da questi programmi è di circa € 150. Non sono una montagna di soldi, ma è anche un lavoro semplice e poco impegnativo (soprattutto se gli annunci sono permanenti…).

6. Azienda programmi di rinvio

Gli annunci permanenti, i banner e i link non sono gli unici modi per guadagnare un po’ di extra con il tuo lavoro on-line. Avendo un sito web, si può fare richiesta alle grandi aziende di avere sconti promozioni, etc…. scrivendo di loro e le attività che svolgono sul proprio blog.

7. Klout

Se disponi di un account di social media, prova Klout. La società tiene traccia dell’utilizzo dei social media, determina quanto grande e che tipo di pubblico tracciare in base alla materia oggetto di aggiornamenti e post. Utilizzando queste informazioni, si è specializzato per ricevere articoli gratuiti, biglietti, ecc Controllare il loro sito web spesso per trovare il modo di guadagnare qualcosa gratis per fare quello che stai già facendo on-line.

8. EBay

Se si dispone di tanti oggetti da vendere, allora eBay è il luogo necessario e indispensabile per farlo il prima possibile. Ci vuole molto lavoro per costruire una reputazione. Se siete disposti a passare attraverso questo corso, sarete ricompensati con molti privilegi – perché molte persone si sono arricchite, per esempio.

9. Amazon

Se si ha uno shop troppo grande per farlo girare su eBay o se si desidera provare un’esperienza diversa, Amazon ha un mercato perfetto per questo tipo di esigenze. Preferisco utilizzare Amazon perché posso affidarmi alla loro spedizione, avere un conto Prime, e la fiducia delle loro recensioni.
La differenza tra Amazon ed eBay è che eBay (anche se sempre pieno di nuovi elementi) è visto come un mercato che vende oggetti usati, mentre Amazon è visto come un superstore molto conveniente. Come consumatore, questa differenza mi porta a usare Amazon.

10. Etsy

Se sei astuto potrai usufruire di Etsy. Gli oggetti artigianali qui sono il pane quotidiano. Molta gente a fatto forti guadagni vendendo i propri prodotti su questo sito, che, fondamentalmente, è un EBay per artigiani e artisti. Per prima cosa bisogna impostare un conto di venditori di Etsy, e ti verrà chiesto d’impostare il negozio virtuale e mettere almeno 5 oggetti in vendita.
Una volta fatto questo, sarai un imprenditore Etsy in erba. Fornisci molta qualità ai tuoi clienti, e subito avrai un ritorno. Molte persone sono disposte a pagare bene gli oggetti di qualità fatti a mano. Etsy (come eBay e Amazon) prende una commissione per la vendita di questi attraverso il proprio sito. PayPal ne prende un’altra, quindi bisogna stare attenti con le commissioni su tutti i guadagni, mentre stai costruendo il tuo business online.